• Indirizzo: Via Atellana 15, Arzano (NA)
  • Tel: 081.18557166

Faq

  • Antifurti
  • Cancelli Automatici
  • Domotica
  • Garanzie
  • Porte Automatiche
  • Portoni
  • Videosorveglianza
  • Come posso sentirmi protetto nella mia abitazione?
    Un sistema antintrusione nasce appunto per la sicurezza dei beni ma soprattutto delle persone. Completare all’impianto è il sistema “perimetrale” su porte e finestre che può essere un ottimo sistema per poter essere protetti all’interno della propria abitazione anche durante la notte. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Posso fare installare un impianto di allarme se ho animali domestici in casa?
    I nuovi sistemi antintrusione, danno la possibilità di inserire l’impianto in modi diversi in base alle esigenze del cliente. Una protezione perimetrale su porte e finestre, dà la possibilità ad eventuali animali domestici, di circolare all’interno dei locali, senza provocare allarmi. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Per quanto tempo suona la sirena esterna in caso di allarme?
    Normalmente la sirena suona per un tempo massimo di alcuni minuti per ogni singolo ciclo di allarme. In base alle scelte del cliente, il tempo di allarme e il numero di cicli possono essere programmati a piacimento. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Cosa succede se manca la corrente e l’impianto di antifurto è inserito?
    Non succede nulla, l’impianto rimane inserito poiché al suo interno è installata una batteria che garantisce un’autonomia di molte ore. Si dà per scontato che l’utente dovrà verificare la causa della mancanza di corrente. A volte basta ripristinare l’interruttore generale o il salvavita. Una buona manutenzione ordinaria delle batterie, servirà a garantire un maggior funzionamento in termini di tempo e poter gestire meglio situazioni in cui si verifica la mancanza di corrente. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Posso vedere dal mio cellulare quale sensore è andato in allarme?
    Sì, se l’impianto è collegato ad una linea telefonica avrò avviso di quale sensore avrà provocato l’allarme. Inoltre se come avviso si utilizzerà la tecnologia GSM, si riceverà anche un SMS di conferma. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Quanto costa installare un impianto di allarme in un’abitazione?
    Dipende dalla tipologia di impianto, dal livello di sicurezza che si vuole ottenere e dalla dimensione dell’abitazione. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Perché installare un antifurto in casa?
    Le cronache sui quotidiani raccontano ogni giorno quanto sia importante, oggi più di ieri, salvaguardare i nostri beni e soprattutto la nostra incolumità. Un sistema antifurto installato in un’abitazione o in un luogo commerciale, garantisce una sicurezza maggiore per tali beni e per le persone che ci vivono. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Cosa si intende per protezione perimetrale?
    Si intende l’installazione di apparecchiature (contatti magnetici – microfoni a vibrazione – sensori specifici con lenti a tenda) su ogni singola apertura della nostra abitazione (porte e finestre) tanto da garantire un perimetro di protezione. Un impianto perimetrale può anche essere considerato all’esterno (giardino ) con apparecchiature specifiche.Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Non ho le predisposizioni, come posso installare un impianto di antifurto?
    Esistono in commercio specifiche apparecchiature Radio che consentono un’installazione di un impianto antintrusione anche senza la stesura dei cavi. Tali apparecchiature hanno raggiunto oggi uno standard di sicurezza elevato, quasi alla pari rispetto alle apparecchiature cablate (a filo).Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Quanto tempo ci vuole per installare un impianto di antifurto?
    La tempistica per l’installazione di un sistema antintrusione è proporzionale alla tipologia dell’impianto (quantità di materiale da installare – dimensioni dei locali da proteggere). Possiamo dire comunque che l’installazione in un appartamento di piccole dimensioni può essere ultimata in un giorno. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Esistono altri modi oltre alle tastiere ed alle chiavi elettroniche per inserire e disinserire l’impianto di allarme?
    Sì. Le nuove tecnologie permettono l’inserimento e il disinserimento dell’impianto anche tramite lettura biometria delle impronte digitali, nonché tessere magnetiche. Altra possibilità è quella da remoto attraverso un telefono con tastiera a toni (es. cellulari), chiaramente dopo l’inserimento di un codice di sicurezza.Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • È necessaria l’installazione di una sirena esterna e dove è meglio installarla?
    Sicuramente diventa importante durante un’intrusione fare in modo che più apparecchiature segnalino tale evento. In questo modo l’intruso dovrà tenere in considerazione anche la sirena esterna. Creare più ostacoli possibili è cosa importante. Dove possibile, si preferisce installarla in luoghi poco accessibili, meglio ai piani superiori. Si preferisce inoltre fare in modo che la sirena esterna sia ben visibile, serve anche come deterrente.Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Qual è la migliore soluzione per un sistema antintrusione da esterno?
    Esistono varie tipologie di apparecchiature per la protezione esterna. La scelta delle apparecchiature è condizionata dai luoghi da proteggere. Ideale sono i sistemi “Interrati” per giardini e spazi che presentano uniformità del terreno (senza dislivelli, muretti, piante ingombranti ecc.). Anche in questa tipologia di installazione, si eseguirà una progettazione adeguata, atta a garantire la maggior sicurezza. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Che differenza c’è tra antifurto via cavo e via radio?
    Le nuove tecnologie in questi anni hanno portato quasi alla pari il livello di sicurezza delle apparecchiature “radio” rispetto a quelle “cablate” (via filo). Un sistema cablato garantisce sicuramente una maggior possibilità di controllo e verifica di tutti i componenti interconnessi. La manutenzione nel tempo risulta inferiore rispetto ad un sistema “radio”, in quanto le apparecchiature collegate sono alimentate direttamente dalla centrale e non da batterie. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Come posso proteggere una finestra anche se questa rimane sempre aperta?
    Chiaramente una finestra aperta comporta sempre un rischio, in quanto manca la sicurezza attiva. In tal caso comunque esistono delle apparecchiature “barriera a fasci laser” che rilevano l’intrusione nel momento in cui ci fosse l’attraversamento di questi. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Come faccio a sapere se l’impianto è inserito una volta che entro in casa?
    Gli organi di comando (chiavi, tastiere, lettore di impronte ) sono dotati di led di segnalazione che evidenziano lo stato dell’ impianto (inserito o disinserito). Durante l’ingresso in un locale protetto ad impianto inserito, ci sarà da parte di questi organi una segnalazione di preallarme. Le tastiere in particolare, hanno una segnalazione acustica abbinata alla segnalazione luminosa.Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Posso far utilizzare l’impianto di allarme ai miei dipendenti solo in determinate fasce orarie?
    Le centrali di nuova generazione permettono la programmazione di svariati codici, abbinati ad ogni singolo utente (un codice per ogni utente). E’ possibile inoltre decidere in quali locali, in quali giorni e in che fascia oraria saranno abilitati all’accesso i singoli utenti. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • È meglio un impianto con cavi dedicati oppure un sistema via radio?
    L’impianto via radio ha il vantaggio di non dovere avere predisposizioni (tubazioni, canaline, cavi) l’installazione risulta quindi facile e veloce. Ha lo svantaggio di avere i sensori con un costo più elevato e una manutenzione più costosa (sostituzione periodica delle batterie). L’impianto via radio ha il vantaggio di avere sensori più economici e meno manutenzione (non sono presenti batterie). L’impianto cablato ha lo svantaggio di dovere avere delle predisposizioni (tubazioni, canaline, cavi). L’installazione risulta quindi più complessa e laboriosa. Consigliamo quindi, dove possibile, di impiegare unitamente ai dispositivi radio anche qualche filare. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Qual è la portata dei sensori radio?
    Non è definibile una vera linea di confine. Molto dipende dalle condizioni ambientali (muri, solette, cemento armato, mobili). Si può parlare di portata radio in aria libera senza ostacoli. I nostri sensori hanno una portata in aria libera (senza ostacoli intermedi), di circa 200 metri. A seconda del tipo di materiale di cui è composto l’ostacolo interposto tra il sensore ed il ricevitore, la portata diminuisce. L’attenuazione assume all’incirca questi valori: • Legno o cartongesso: 10 – 20% • Mattoni: 30 – 40% • Cemento armato: 40 – 60% • Metallo: 80 – 100%
  • È possibile proteggersi anche da i imprevisti come principi di incendi o fughe di gas?
    Sì, è possibile utilizzando appropriati sensori. Tra la nostra gamma di prodotti esiste anche il sensore fumo via radio. Inoltre è possibile dotare un qualsiasi altro sensore con specifica funzione del nostro trasmettitore universale TX30IR, disponibile nella versione 433 Mhz e 868 Mhz, in modo tale da poterli integrare nelle nostre centrali Domina. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Ci sono agevolazioni fiscali per chi decide di installare un impianto d’allarme?
    l sistema di allarme è ora considerato un bene essenziale e come tale assoggettato ad agevolazioni fiscali per quanto attiene l’aliquota iva. La normativa vigente (articolo 1, commi 17-19, legge 244/2007) prevede differenti modalità: Iva agevolata al 4% per l’installazione come prima casa, entro un anno dall’acquisto della stessa; al 10% in caso di ristrutturazione. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Cosa succede se si esauriscono le batterie dell’impianto?
    Le batterie dei sistemi attuali hanno normalmente una buona durata, ma è bene controllare periodicamente lo stato di carica. Il sistema avverte comunque per tempo se le batterie si stanno esaurendo e in caso di assistenza remota siamo sempre aggiornati attraverso messaggi o avvisi acustici. Il controllo a distanza è utile anche per verificare l’attuale stato di carica delle batterie e l’efficienza generale del sistema, per intervenire prontamente in caso di malfunzionamento e ci avvisa anche della mancanza di rete elettrica, permettendoci di ripristinarla in tempo e salvare gli alimenti del frigorifero o i pesci dell’acquario. La Video Sorveglianza garantisce assistenza continua per prevenire questo tipo di inconvenienti. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Gli appartamenti agli ultimi piani di un palazzo sono più sicuri di quelli a piano terra?
    Questa credenza è falsa, di fatto gli appartamenti agli ultimi piani sono spesso i più frequentati dai ladri in quanto offrono più punti deboli, come il tetto o il vano ascensore. Ogni anno sono documentate centinaia di intrusioni soprattutto nelle case del centro storico che non offrono un’adeguata protezione: i ladri riescono a calarsi dal tetto con facilità e, una volta sui terrazzi, visitano anche più appartamenti dello stesso piano. 
  • Ho un ampio giardino, posso mettere in sicurezza anche le aree esterne?
    Il giardino è una zona essenziale per mettere in sicurezza un’abitazione civile o commerciale: barriere, sensori, sirene possono avvertirci tempestivamente e garantire tempi di reazione maggiori. Un sistema limitato a proteggere solamente l’abitazione ci avvisa dell’intrusione, ma non può prevenire eventuali danni a cose o persone derivanti dallo scasso. Una protezione completa ed efficiente parte dall’osservazione e dalla messa in sicurezza di tutti i punti critici per prevenire in tempo utile qualsiasi tipo di accesso sospetto. La Video Sorveglianza ribadisce l’importanza di una buona progettazione iniziale che garantisce con la sua esperienza nel settore della sicurezza privata e commerciale. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Abito in un condominio, posso mettere in sicurezza anche il garage o la cantina?
    I sistemi di sicurezza a disposizione oggi garantiscono differenti utilizzi: possiamo proteggere facilmente garage o cantine con soluzioni ad hoc, adatte alla copertura di zone limitate. Tali sistemi possono essere anche collegati con o senza filo all’impianto di casa: in questo caso è possibile gestire tutto da un’unica postazione. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • Posso attivare l’impianto di allarme del giardino anche quando sono in casa?
    La parzializzazione delle aree sorvegliate è una possibilità ormai garantita dalla maggioranza dei sistemi di allarme oggi in commercio: è possibile decidere quali zone proteggere dalla centrale di gestione del sistema, escludendo temporaneamente le aree in cui si soggiorna e riattivandole al bisogno. Vai alla sezione prodotti antifurti, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166
  • La MADA D&D vende solo gli impianti di automazione o anche i cancelli?
    La MADA D&D produce e commercializza anche i cancelli. E’ l’unica azienda del settore che si occupa di carpenteria metallica industriale, serramenti ed infissi di ogni genere. Uno staff di architetti è a tua completa disposizione nel caso in cui vorresti che il tuo cancello abbia un design estremamente personalizzato. La filosofia del Global Service ha una sua naturale collocazione. Ci occupiamo della realizzazione di una nuova struttura in ferro, del suo trasporto, delle opere edili a corredo, di quelle elettriche ed anche della verniciatura in qualsiasi tinta RAL oppure mediante l’applicazione delle polveri epossidiche. Il nostro punto forte sono le personalizzazioni e le rifiniture. Tutto chiavi in mano senza doverti preoccupare più di nulla. Vai alla gallery cancelli automatici & inox, cerca la tua soluzione
  • Qual è il vantaggio più importante di un cancello automatico?
    Con un cancello automatico si acquisiscono molti vantaggi. La comodità prima tra tutte. A cosa pensi quando piove o fa molto freddo..?? Cosa c’è di più scomodo se non scendere dalla macchina, aprire a mano il cancello e poi richiuderlo …?? Oppure quando sei a casa, in un punto molto distante dall’ingresso, qualcuno citofona e glie devi fare accomodare la sua auto all’interno del garage..?? Oppure quando sei stanco, dopo una lunga giornata di lavoro ed il tuo pensiero va a quelle catene lunghe e pesanti, con l’aggravio di doverti sincerare che tutto sia chiuso per bene …? La sicurezza, la comodità, la praticità, il vivere meglio, il non doverti occupare di nulla, se non schiacciare un semplice tasto per proteggere il tuo mondo, oggi è più che mai indispensabile alla tua qualità di vita. Vai alla sezione residenziale, oppure in prodotti e cerca la tua soluzione
  • Come posso scegliere il sistema di automazione più giusto? Cosa dovrei sapere prima di farlo installare?
    Prima di installare un sistema di automazione per cancelli è fondamentale sapere l’uso a cui destinarlo, se sarà vincolato ad una frequenza veicolare alta oppure no. Altro aspetto fondamentale è conoscere la larghezza del vano, il peso del cancello e verificare le modalità di installazione per cui sarà destinato. La scelta dell’impianto di automazione deve essere la più adatta alle tue esigenze, ciò significa innanzitutto dargli dall’inizio una vita più lunga senza problemi di assistenza postuma. Chiedi un consiglio ad un nostro consulente, contatta il  08118557166
  • Quali sono i dispositivi di sicurezza che devo fare installare?
    I dispositivi di sicurezza minimi per un impianto di automazione per cancelli, sono innanzitutto le fotocellule ad infrarossi che impediscono la chiusura del cancello nel caso in cui ci si attraversa improvvisamente. Altro dispositivo di sicurezza fondamentale è la costa pneumatica antischiacciamento. Di prassi obbligatoria, è installata sui cancelli automatici scorrevoli, destinata ad invertire immediatamente il moto alla sola pressione, obbligando il cancello a ritornare indietro a scanso di ostacolo nella fase di chiusura. In alcuni casi è fondamentale installarla anche per i cancelli battenti, nel caso in cui non vi sia spazio di sosta nella parte posteriore di battuta, quindi evita lo schiacciamento di una persona, di un animale o di un semplice oggetto lasciato li’ per caso, proprio durante la rotazione in apertura sulla battuta di un’anta. E’ consigliabile in zone buie avere due lampeggiatori di segnalazione anziché uno, in modo tale da posizionarli uno all’interno e l’altro all’esterno dell’abitazione. I lampeggiatori segnalano meglio il movimento in corso dell’automazione per la sicurezza di chi vi gravita intorno. Per l’azienda è fondamentale rilasciare la Certificazione di Conformità di Sicurezza DPR 2006/42 CE, la Copertura Assicurativa e che l’impianto sia realizzato perfettamente secondo la Regola d’Arte. Scopri i dispositivi nella gamma accessori di automazione
  • Quali lavori devo fare eseguire prima di installare un sistema di automazione per cancello?
    L’aspetto principale da considerare in anticipo è rappresentato dalle predisposizioni edili ed elettriche. A queste si aggiungono quelle fabbrili, in particolare se si è in possesso di un cancello scorrevole che necessita delle opportune reti antidito sulla parte mobile e la gabbia anticonvogliamento posteriore. Inoltre, aspetto non secondario, sono le predisposizioni per i dispositivi di sicurezza, in particolare per le fotocellule ad infrarossi. Per la parte elettrica è fondamentale prevedere l’installazione di un differenziale magnetotermico di protezione dell’impianto a salvaguardia della linea di alimentazione elettrica, tutto secondo la Normativa di Sicurezza Vigente DPR 2006/42 CE. Qualora si dovesse optare per la scelta di un impianto a pavimento quindi una motorizzazione interrata a battente, devono essere eseguiti i lavori di posa del contenitore del martinetto, quindi della cassa di fondazione e prevedere inoltre i cardini con i cuscinetti conici autolubirificati anziché le cerniere tradizionali. Vai alla sezione residenziale, oppure in prodotti e cerca la tua soluzione.
  • Che vita media ha un motore per cancelli?
    Generalmente un motoriduttore per cancelli ha una vita media di circa 10 anni. Come per qualsiasi prodotto, il suo deterioramento dipende dalla frequenza di utilizzo, nonché dalla manutenzione effettuata. La manutenzione del cancello è molto importante sia per chi lo usa, sia per chi vi gravita intorno. Per cui è indispensabile nel tempo tenere sotto controllo i dispositivi di sicurezza, lo stato di usura delle parti in movimento, come non vanno trascurate i dispositivi di comando, oltre che di sblocco. Scopri il tuo piano di manutenzione vai alla sezione contratto di assistenza e di manutenzione
  • La Certificazione di Conformità dell’impianto di automazione del cancello è obbligatoria?
    Per legge è obbligatorio certificare l’impianto di automazione secondo le disposizioni vigenti in termini di sicurezza della Direttiva Macchine DPR 2006/42 CE. Avere un cancello certificato significa innanzitutto dormire tranquilli in caso di eventuali incidenti oltre che evitare sgraditi controlli da parte delle autorità di controllo. La MADA D&D è l’unica del settore che assicura anche le parti in ferro in caso di eventuali cedimenti strutturali dovuti all’erosione, mediante l’avvallo di un’apposita assicurazione che preserva tale aspetto con la clausola “postuma da installazione”. Scopri i dettagli nell’area di garanzia e guide alla sicurezza
  • Se faccio installare delle fotocellule wireless, risparmio? Cos’è più conveniente?
    Nella gamma accessori di sicurezza per automatismi, puoi scegliere le fotocellule XP 15W alimentate a batteria. Tali dispositivi consentono di movimentare il tuo impianto di automazione senza la necessità di far eseguire le predisposizioni elettriche con le relative tubazioni, offrendo la possibilità di realizzare una copertura della zona interessata di convogliamento del cancello seguendo di prassi la Normativa di Sicurezza Vigente DPR 2006/42 CE. A consegna dell’impianto l’azienda si preoccupa della consegna anche le batterie di scorta che mediamente durano 5 anni. Nel caso dovessero esaurirsi all’improvviso, l’impianto va in sicurezza cioè si ferma aperto, in logica intelligente ed il lampeggiatore continua a segnalare il movimento. Vai alla scheda prodotti accessori per automatismi
  • La manutenzione è sempre obbligatoria?
    La manutenzione del tuo impianto è molto importante, soprattutto per la sicurezza di coloro che lo utilizzano e di chi vi gravita intorno. La manutenzione è a carico del proprietario che diviene responsabile di incidenti e danni per cattiva o mancata manutenzione. Per questo motivo nel tempo vanno tenuti sotto controllo i dispositivi di sicurezza, lo stato di usura delle parti in movimento, come non vanno trascurati i dispositivi di sblocco, i dispositivi di comando e le manutenzioni periodiche. L’azienda raccomanda che sia sempre predisposto ed attuato un piano regolare di manutenzione, sia per migliorare le prestazioni dell’impianto nel tempo, abbattendo i problemi legati all’usura, sia per garantire quanto previsto per legge dalla Direttiva Macchine DPR 2006/42 CE. Vai alla scheda contratto di assistenza e manutenzione
  • In caso di temperature sotto zero l’impianto può avere problemi di funzionamento?
    Tutti i prodotti per cancelli automatici possono resistere a temperature rigidissime, fino a 20 gradi sotto lo zero, mentre i componenti interni sono di proprio già isolati dall’acqua e dalla polvere. Nel caso di forti nevicate è importante accertarsi di spazzare la neve nell’area interessata dal movimento del cancello per evitare che il motore possa bloccarsi o che le fotocellule non si riflettano tra di loro. Vai alla sezione prodotti
  • Cos’è la targhetta identificativa del prodotto? E’ obbligatoria?
    La targhetta identificativa del prodotto è obbligatoria e lo prevede in modo indiscutibile la Direttiva Macchine DPR 2006/42. La marcatura CE sta ad indicare che il prodotto risponde ai requisiti riconosciuti dall’UE in materia di salute, sicurezza e protezione ambientale. Prima di essere immesso nel mercato il prodotto è soggetto ad un’attenta valutazione specifica. La marcatura CE garantisce il libero movimento all’interno del mercato europeo e rappresenta una caratteristica fondamentale che indichi la conformità del prodotto alla legislazione in vigore. Con essa, i costruttori dichiarano sotto la propria responsabilità che i loro prodotti sono conformi a tutte le normative legali in Europa. E’ responsabilità del costruttore assicurarsi che i propri prodotti rispettino le normative vigenti. Vai alla sezione prodotti
  • È obbligatorio consegnare una copia della Dichiarazione di Conformità del cancello automatico al proprietario?
    La Dichiarazione di conformità va conservata nel fascicolo tecnico ed una copia per prassi deve essere rilasciata al proprietario. Tale documento attesta che l’impianto è stato eseguito a Regola d’Arte e rappresenta uno storico del lavoro eseguito e collaudato a suo tempo in presenza del proprietario. Vai alle guide sulla sicurezza alla sezione cancelli automatici
  • Cosa succede nel caso in cui va via la corrente?
    Tutti i prodotti sia per cancelli scorrevoli che ad ante, sono dotati di un sistema di sblocco molto pratico ed efficiente, finalizzato ad aprire e chiudere manualmente il cancello nel caso in cui non vi sia più corrente. Nella gamma dei motoriduttori a 24V sono allestite le batterie di emergenza che permettono di utilizzare in automatico il cancello senza l’alimentazione elettrica. Per ottimizzare le prestazioni nel caso in cui la zona di abitazione sia soggetta più spesso alle interruzioni di corrente è auspicabile prevedere un soccorritore – stabilizzatore di corrente. Tale dispositivo svolge due funzioni fondamentali. La prima alimenta l’impianto quando non vi è corrente, la seconda tiene la corrente stabilizzata per evitare brusche alterazioni di corrente che spesso ne possono bruciare i componenti elettronici in dotazione. Scopri la sezione prodotti
  • Con il telecomando del cancello posso aprire anche il portone del garage?
    L’azienda offre ai propri clienti uno standard qualitativo superiore, la fruizione di telecomandi rolling code bicanali, cioè a due tasti. I nostri telecomandi vantano codici elettronici personalizzati. Per cui con un unico telecomando si può aprire sia il cancello che il portone del garage di casa. Nel caso non vi sia un portone all’interno, il secondo tasto può essere usato per fare aprire una sola anta del cancello in modalità pedonale, oppure consentire l’accensione di un faro illuminatore all’esterno dell’abitazione. Tutto nel pieno del comfort. Scopri la gamma accessori
  • Come posso fare per ritirare la copia di un telecomando? Come posso essere certo che il mio telecomando non possa essere clonato impropriamente?
    Tutti i telecomandi devono per forza maggiore essere codificati nel luogo dove si trova l’impianto. La nostra azienda offre una sicurezza assoluta ai propri clienti, in quanto utilizza un codice esclusivo programmabile a soluzioni infinite, garantendo anche la totale assenza da disturbi e particolari manomissioni. La codifica viene eseguita attraverso una programmazione computerizzata che consente di realizzare combinazioni personalizzate, evitando quindi la produzione di eventuali copie pirata anche in casi in cui si verificassero furti e/o smarrimenti. In tal caso, si disabilita dalla memoria elettronica della radioricevente, la posizione occupata dal vecchio codice e se ne programma una nuova. Per cui chi lo trovasse resterebbe molto deluso, in quanto il telecomando rappresenta lo strumento principale di sicurezza assoluta per il cliente finale. Vai nella sezione prenota il tuo telecomando
  • Meglio una frequenza 433 Mhz oppure 868 Mhz?
    In Europa le frequenze sono utilizzabili indifferentemente. Negli USA è utilizzata la 433 Mhz mentre la 868 Mhz è vietata, in alternativa si usa la 915 MHz. In Russia la 868 Mhz è destinata invece ad usi militari. In Italia è in aumento l’uso della frequenza 868 Mhz nelle zone in cui vi è una saturazione del segnale 433 Mhz che è molto più diffuso. Entrambi i canali rispondono alle leggi della Direttiva Macchine 2006/42 CE. Le frequenze in questione sono gestite dal Ministero delle Comunicazioni e dal Ministero della Difesa. Vai alle guide sulla sicurezza sezione cancelli automatici
  • A chi mi devo rivolgere in caso di eventuali problemi?
    Tieni conto che qualunque manomissione effettuata da personale non autorizzato può far decadere i tuoi diritti di garanzia Se riscontri un malfunzionamento del cancello automatico contatta direttamente il nostro numero verde 800- 960-169. Tecnici esperti ed affidabili sono pronti ad intervenire per risolvere qualsiasi problema di funzionamento. Vai alla sezione 5 anni di garanzia il valore del tuo risparmio
  • A cosa si riferisce il termine Domotica?
    Quando si parla di domotica ci si riferisce ad un edificio “intelligente”. Con il supporto delle nuove tecnologie si consente una gestione coordinata, integrata e computerizzata degli impianti tecnologici, ove la fanno da padrone il comfort e la sicurezza, destinati a migliorare la qualità dell’abitare e del lavorare all’interno degli edifici. La casa intelligente può essere controllata dall’utilizzatore tramite opportune interfacce come pulsanti, telecomandi, tastiere, o attraverso il riconoscimento vocale che realizzano il contatto, quindi l’invio di comandi e la ricezione delle informazioni con il sistema intelligente di controllo, basato su un’unità computerizzata centrale oppure su un sistema a intelligenza distribuita. I diversi componenti del sistema sono connessi tra di loro tramite vari tipi di interconnessione ad esempio la rete locale, le onde convogliate, onde radio o il bus dedicato. I sistemi di automazione sono di solito predisposti affinché ogniqualvolta venga azionato un comando, all’utente ne giunga comunicazione attraverso un segnale visivo di avviso/conferma dell’operazione effettuata, come ad esempio LED colorati negli interruttori, cambiamenti nella grafica del touch screen o con attivazione sonora.
  • Cosa indica con il termine “protocollo proprietario”?
    Un impianto domotico che ha un protocollo proprietario può interfacciarsi facilmente ad ogni tipo di automazione, anche per la gestione di apparati realizzati da altri produttori, senza richiedere l’intervento di un sistema integratore. Diversamente dai sistemi a protocollo aperto, non è necessario pagare le spese di certificazioni.
  • Con un impianto domotico posso far cambiare scenario alla casa?
    Certamente. Si possono scegliere e gestire tanti scenari. Quindi impostare tutte le configurazioni che riterrete le più adatte a voi. Così con un semplice tasto potrete richiamare un particolare scenario ricreando immediatamente l’ambiente ideale per qualunque momento della vostra giornata. Ad esempio se denominiamo uno scenario “uscire di casa” l’impianto in automatico spegnerà le luci, abbasserà le tapparelle, attiverà i sistemi di sicurezza e tutto quello riterrete necessario che debba essere eseguito quando siete fuori casa. Con un semplice tocco sul touch screen gli scenari saranno configurabili e modificabili direttamente da voi senza l’ausilio di nessun tecnico. Tutti gli scenari potranno essere gestibili sia in loco tramite il touch screen o da remoto tramite sms, oppure utilizzando il vostro Iphone.
  • L’impianto domotico gestisce anche la sicurezza della casa? Cosa s’intende per safety fuori e dentro casa?
    Ci sono molte funzioni particolarmente sviluppate ed evolute pronte ad attivarsi contro le intrusioni da ignoti, tentativi di rapine e tentativi di sequestro. A questi si aggiunge la “safety” cioè la sicurezza sia interna che esterna della casa per l’integrazione dei sistemi di riconoscimento delle fughe di gas, di incendio e di allagamento. Per cui sia all’esterno che all’interno dell’abitazione vengono installati una rete di sensori che catturano i movimenti di pericolo ed attivano contestualmente il sistema domotico che è in grado di gestire la vostra sicurezza e quella dei vostri cari, nel comfort più assoluto.
  • L’impianto domotico gestisce anche la termoregolazione?
    Il comfort ambientale e una corretta personalizzazione dei parametri della temperatura, quindi la quantità di caldo e di freddo, consente ad un abitazione di acquisire il massimo comfort termico. La funzione di termoregolazione verifica costantemente la temperatura dei singoli ambienti e consente un risparmio energetico notevole ottimizzando i costi di gestione. L’integrazione con le energie rinnovabili fotovoltaiche inoltre rappresentano la massima espressione della perfetta integrazione di un impianto domotico. Quindi il riscaldamento ed il raffreddamento dei vari ambienti possono essere programmati tranquillamente anche a distanza con l’invio di semplici sms.
  • L’impianto domotico gestisce anche le prese di corrente ed i carichi elettrici?
    Con un impianto domotico vi è un costante monitoraggio delle prese di corrente e dei carichi elettrici domestici che in automatico consente di poter gestire l’accensione e lo spegnimento dei carichi di corrente, ridurre ed eliminare anche i campi elettromagnetici.
  • L’impianto domotico gestisce tutti gli automatismi o solo qualcuno?
    La sicurezza e la comodità è garantita proprio dal pieno controllo di tutti gli automatismi presenti in casa. Per cui il vostro impianto domotico gestirà in automatico i cancelli, il portone sezionale del garage, le tende, le tapparelle, le persiane anche secondo delle fasce orarie che andrete a prestabilire.
  • Gestisce anche l’impianto di Videosorveglianza un impianto domotico?
    La realizzazione di un impianto domotico impone un controllo della casa 24 ore su 24. Il sistema di videosorveglianza è per natura completamente integrato con l’impianto di domotica. Le telecamere con la rilevazione continua di movimento, registrano e monitorano costantemente tutti gli ambienti, sia tramite touch screen, sia da remoto con cellulari smart phone che attraverso il web. L’ampia gamma di telecamere IP offre soluzioni altamente personalizzate ed offre la massima sicurezza per qualunque contesto abitativo.
  • Posso gestire anche l’impianto multimediale di casa?
    Se riflettiamo, la musica e le immagini rappresentano il relax della nostra vita quotidiana. Un impianto domotico consente di condividere tutti i cd audio e video, in tutte le stanze della casa. Per cui all’occorrenza il salone verrà trasformato in una vera e propria sala cinematografica dove sarà possibile apprezzare tutti gli effetti audio visivi di grande qualità.
  • Posso gestire anche un controllo degli accessi con un impianto domotico?
    Il controllo e la gestione degli accessi, consente di registrare i movimenti sia in entrata che in uscita dall’abitazione. L’impianto domotico utilizza in effetti diverse tecnologie, dal lettore di badge a quello biometrico, quello delle impronte digitali o del riconoscimento dell’iride. In base al riconoscimento dell’utente, il sistema gestirà diversi scenari. Tra le varie opzioni è possibile selezionare gli accessi per fasce orarie oppure associare scenari dedicati a ciascun profilo utente.
  • Posso gestire tutto da remoto con un impianto domotico o solo qualcosa?
    Con l’invio di semplici sms oppure semplici squilli di telefono è possibile attivare a distanza scenari, gestire la temperatura, ricevere allarmi e tutte le informazioni dal sistema domotico centralizzato. Con l’avvento dei nuovi tablet e degli smartphone, il vostro impianto domotico sarà gestibile completamente da remoto e via web. La sicurezza e la protezione si esaltano con le moderne tecnologie. Attraverso la gestione remota è possibile attivare tutta una serie di servizi strettamente collegata al telesoccorso per persone sole, anziane, disabili o ammalate.
  • Come si interagisce con i sistemi di video citofonia e telefonia utilizzando con un impianto domotico?
    L’integrazione tra i sistemi video citofonici e l’impianto domotico è parte integrante del comfort richiesto per tutte le abitazioni. Per questo, rispondere al citofono dal touch-screen, da qualsiasi video telefono, utilizzando quest’ultimi anche come interfono, garantisce il massimo della comodità e della praticità del quotidiano. Il vostro videocitofono registrerà anche le immagini ed eventuali messaggi vocali in vostra assenza, avvertendo gli ospiti che in caso di una vostra assenza, l’immagine dei loro volti sarà stata registrata per motivi di sicurezza.
  • Quali vantaggi ho ad installare un motore che ha un funzionamento a 24V?
    La tecnologia a 24V eleva al massimo le potenzialità dell’impianto di automazione per i molteplici fattori legati all’aspetto sicurezza. In caso di un eventuale blackout l’elettronica riconosce l’anomalia e permette l’attivazione delle batterie di emergenza facendo funzionare l’impianto automaticamente sino ad esaurimento della carica delle batterie. E’ l’ideale quando l’utilizzo di un impianto di automazione ha un’alta frequenza di utilizzo, ti consente di far rallentare il movimento di chiusura con un accostamento silenzioso dell’anta. Scopri le soluzioni nella categoria prodotti
  • Che cosa indica l’acronimo IP grado di protezione?
    La tecnologia a 24V eleva al massimo le potenzialità dell’impianto di automazione per i molteplici fattori legati all’aspetto sicurezza. In caso di un eventuale blackout l’elettronica riconosce l’anomalia e permette l’attivazione delle batterie di emergenza facendo funzionare l’impianto automaticamente sino ad esaurimento della carica delle batterie. E’ l’ideale quando l’utilizzo di un impianto di automazione ha un’alta frequenza di utilizzo, ti consente di far rallentare il movimento di chiusura con un accostamento silenzioso dell’anta. Scopri le soluzioni nella categoria prodotti
  • Che cosa indica l’acronimo IP grado di protezione?
    L’acronimo del grado di protezione IP (International Protection) è un codice riconosciuto a livello internazionale che identifica il livello di protezione di un’apparecchiatura elettronica contro il contatto di corpi solidi e la protezione ai corpi liquidi. Il valore di questo codice viene valutato in laboratorio mediante diversi test e prove di resistenza specifica. Il grado di protezione IP è costituito di due numeri. La prima cifra rappresenta l’indice di protezione contro la penetrazione di oggetti solidi ed anche per le polveri che va da 0 a 6, la seconda cifra rappresenta l’indice di protezione contro la penetrazione di liquidi che va da 0 a 8. Quindi, ad esempio, un grado di protezione IP 68 indica un prodotto totalmente protetto dalla polvere e completamente sigillato, a prova di immersione ripetuta. I prodotti FAAC riportano l’indicazione del proprio grado di protezione IP nelle targhette identificative. Scopri la categoria prodotti
  • Che cosa significa Safe Zone?
    FAAC, pioniere nel mondo dell’automazione, ha lanciato nuove soluzioni e sistemi in grado di rispondere in modo ancora più efficace alla sicurezza degli impianti di automazione ed alla riduzione dei consumi energetici. Con SAFE zone tutto è più semplice, tutto diventa più sicuro. Con SAFE zone qualsiasi ingresso automatico può diventare sicuro, come richiesto dalla Direttiva Europea vigente. FAAC identifica come SAFE zone tutti i sistemi che tramite l’utilizzo di soluzioni tecniche e brevetti permettono la realizzazione di nuovi ingressi perfettamente sicuri ed anche la messa a norma di ingressi FAAC già installati. Vai alla categoria prodotti porte automatiche
  • Che cosa significa Greentech?
    Greentech è la scelta più naturale per risparmiare energia. FAAC adotta soluzioni innovative per il risparmio ed il rispetto dell’ambiente. Riduzione quantificabile, soprattutto in stato di stand-by, dei costi energetici dell’ingresso automatico fino al -90% rispetto ad un equivalente sistema tradizionale di una porta automatica non di marca FAAC. Vai alla categoria prodotti porte automatiche
  • Che cosa significa Energy Saving?
    Tale termine è riferito principalmente alla Porta Automatica FAAC A140 AIR che rappresenta il primo innovativo automatismo che riduce i tempi di apertura/chiusura, abbassa i consumi energetici per il riscaldamento ed il condizionamento garantendo un conseguente vantaggio economico oltre che ambientale. Questi vantaggi sono realmente calcolabili grazie al nuovo software Thermotool con cui è possibile vedere quanto si può risparmiare con A140 AIR rispetto ad una tradizionale porta automatica. Vai alla categoria prodotti porte automatiche
  • I prodotti FAAC sono coperti da garanzia?
    I prodotti FAAC sono coperti da garanzia? FAAC garantisce il materiale fornito per 24 mesi dalla data d’installazione, purché venga regolarmente certificata da un documento fiscale valido (fattura o scontrino fiscale con bolla di accompagnamento), riportante gli estremi dei prodotti installati. In mancanza del documento di vendita FAAC riconoscerà comunque 30 mesi di garanzia dalla data di produzione. La MADA D&D suo Centro Servizi Qualificato ne copre 36 mesi di garanzia a tutti i suoi clienti. La garanzia consiste nella riparazione o sostituzione gratuita delle parti riconosciute difettose nella fabbricazione ad insindacabile giudizio di FAAC. FAAC presta la garanzia tramite la propria rete di vendita autorizzata. Il materiale in garanzia deve essere spedito ai Centri di Riparazione in porto franco e verrà rispedito in porto assegnato. Il materiale sostituito rimarrà di proprietà FAAC. Non è riconosciuto alcun indennizzo per il periodo d’inoperatività dell’impianto. L’intervento non prolunga il termine di durata della garanzia. FAAC si riserva il diritto di non prestare la garanzia qualora l’impianto non sia costituito totalmente da componenti forniti da FAAC, o nel caso in cui l’acquirente sia inadempiente nel pagamento. Resta inteso che la validità della garanzia è subordinata al rispetto delle specifiche d’uso dei prodotti indicate nel presente listino prezzi. La garanzia inoltre non comprende: • Avarie o danni causati dal trasporto • Avarie o danni causati da vizi dell’impianto elettrico e/o da trascuratezza, negligenza o inadeguatezza  dell’impianto all’uso al quale è destinato e in ogni caso da uso anomalo •Avarie o danni dovuti a manomissioni da parte di personale non autorizzato o all’impiego di componenti non di produzione FAAC e/o pezzi di ricambio non originali •Difetti causati da agenti chimici o scariche atmosferiche •Esplosioni, eventi tellurici e calamità •Incendi e manomissioni di ogni genere •Alterazioni di corrente •Smottamenti del terreno • Infiltrazioni d’acqua L’Utente Finale usufruisce della Garanzia sul Prodotto FAAC esclusivamente per la regione Campania tramite la MADA D&D che a sua volta garantisce anche l’installazione, le attività correlate (opere edili, elettriche, fabbrili) e la conformità alle Direttive Europee, rilasciando apposita documentazione. Qualora l’Utente Finale sia riconosciuto come Consumatore, la predetta garanzia del Venditore / Installatore è regolamentata in Italia dalle vigenti norme previste in materia dal Decreto Legislativo 206/05 “Codice del consumo”. Salvo quanto previsto dalle presenti condizioni di garanzia, resta espressamente escluso il diritto di regresso del Venditore / Installatore nei confronti di FAAC.
  • Come faccio valere i miei diritti di garanzia?
    Per far valere la garanzia deve essere esibita la fattura o lo scontrino di pagamento.
  • Chi è il responsabile del malfunzionamento dell’impianto di automazione?
    Il contratto che regola il rapporto tra l’azienda installatrice ed il cliente, prevede a favore di quest’ultimo, un’azione per difformità e vizi dell’opera che si prescrive in due anni dal giorno della consegna dell’opera stessa (art. 1667 codice civile). Per quanto riguarda la responsabilità per danni dovuti a prodotti difettosi, l’azienda costruttrice del prodotto è responsabile per un periodo di 10 anni a decorrere dalla data di installazione dell’impianto di automazione per il portone del garage. Vai alle guide sulla sicurezza sezione porte sezionali
  • A chi mi devo rivolgere in caso di eventuali problemi?
    Se riscontri un malfunzionamento del portone automatico contatta direttamente il nostro numero verde 800- 960-169. Tecnici esperti ed affidabili sono pronti ad intervenire per risolvere qualsiasi problema di funzionamento. Tuttavia tieni conto che qualunque manomissione effettuata da personale non autorizzato può far decadere i tuoi diritti di garanzia. Vai alla sezione 5 anni di garanzia il valore del tuo risparmio
  • La MADA D&D vende anche porte in cristallo, il serramento di alluminio o solo gli impianti di automazione?
    L’azienda vende qualsiasi tipo di porta in cristallo e qualunque serramento, oltre naturalmente all’impianto di automazione dedicato. Per un’impresa non vi è nulla di più bello di avere una porta automatica all’ingresso, oltre poi alla comodità di far eseguire tutte le opere a corredo interfacciandosi ad un unico interlocutore. Per etica aziendale, la cui natura è particolarmente incline alle personalizzazioni di opere per i propri clienti, ci occupiamo anche della serigrafia sabbiata dei vetri e realizziamo l’intero processo di rinnovo per selezioni ingressi, accorpando anche la parte edile, elettrica e fabbrile. Ristoranti, hotel, strutture diagnostiche, centri commerciali, strutture turistiche, sale per ricevimenti, aziende di servizi sono i nostri principali clienti. Qualunque sia il tipo della tua attività, la nostra professionalità è al tuo servizio. Qui più che mai la modalità del Global Service trova una sua naturale collocazione, pronta ad offrirti molteplici servizi a costo zero e vantaggi di natura economica. Scopri qualche nostra realizzazione. Visita la gallery porte automatiche
  • Quali sono i vantaggi se faccio installare le porte automatiche nel mio negozio o nella mia azienda?
    Le porte automatiche sono comode e funzionali perché ci consentono di spostarci da un lato all’altro del nostro ambiente di lavoro senza dover maneggiare le porte tradizionali. Oltre a questa caratteristica, vi sono tanti altri vantaggi da prendere in considerazione. Quali: 1. Le Porte Automatiche invitano all’ingresso i clienti e differenziano le proprie aziende dalle altre 2. Consentono un notevole risparmio di corrente per l’uso improprio dell’aria condizionata quando le porte vengono lasciate impropriamente aperte. 3. I microbi e la polvere si accumulano soprattutto sulle maniglie e sui pomelli delle porte tradizionali. Grazie a questo sistema, le porte automatiche contribuiscono ad ostacolare la trasmissione di microbi. Tale aspetto assume particolare rilevanza nei punti di passaggio e negli ambienti ad alto flusso pedonale, oltre per quelle aziende soggette alle disposizioni ASL in materia di somministrazione dei cibi e delle bevande. 4. Le porte automatiche si attivano mediante i radar elettronici. Questi dispositivi sono in grado di rilevare la presenza di una persona ed attivano automaticamente l’apertura della porta senza necessità di entrarvi in contatto. Questa caratteristica si rivela particolarmente utile in ambienti in cui vi sono persone diversamente abili o con mobilità ridotta. Esiste anche la possibilità di aprire e chiudere la porta in manuale mediante un comando. 5. Le porte sono realizzate con un design moderno, per cui possono combinarsi perfettamente con qualsiasi ambiente o stile d’arredo, personalizzando contestualmente gli interni dell’azienda in modo quasi naturale. 6. Le porte automatiche possono essere realizzate in vetro o in serramenti di alluminio, possono essere ad anta singola o doppia, scorrevoli, tonde, semicurve, pieghevoli, possono agire come un isolante termico e cadenzare i passaggi pedonali in automatico, senza destinare necessariamente qualcuno che controlli per nostro conto i clienti all’ingresso. 7. La realizzazione delle porte automatiche si avvale delle innovazioni tecnologiche del momento. In particolare le porte scorrevoli dispongono di un motore realizzato in base a sistemi tecnologici che ne garantiscono la silenziosità assoluta come se le porte scorressero sul velluto. 8. Le porte automatiche aumentano la sicurezza in termini anti effrazione con la conseguente tranquillità di chi opera in un ambiente ad alto rischio. 9. Le Porte Automatiche non si notano in termini d’uso rispetto alle tradizionali. Ciò significa che semplificano la vita delle persone con handicap fisici, togliendo vari ostacoli dal loro cammino. L’assenza delle barriere architettoniche è un tema attuale molto importante. Abbiamo realizzato documentazione apposita per progettisti ed architetti, al fine di sostenerli nella progettazione e nella realizzazione di sistemi automatici per porte senza barriere. 10. Le porte automatiche di ultima generazione riconoscono i passaggi trasversali da quelli frontali, ottimizzando i tempi di apertura e di chiusura, il risparmio energetico rispetto alle porte automatiche tradizionali dovuto alla gestione della pausa di sosta a porte aperte e vantiamo al mondo la produzione di porte automatiche complete di barriere d’aria, le uniche nella categoria. Ci sarebbero tanti altri vantaggi da elencarti, ma lasciamo a te la scoperta dei nuovi modelli, così avrai una panoramica generale con un unico interlocutore al tuo servizio. Vai alla categoria prodotti porte automatiche e visita la gallery
  • Quanti radar ci devono essere su di una porta automatica uno oppure due?
    Generalmente le porte automatiche sono corredate da due radar, uno per l’ingresso l’altro per l’uscita. Ciò non toglie che in particolari condizioni di utilizzo si può in maniera autonoma disabilitare il funzionamento di uno dei due radar. Un particolare dispositivo di comando elettronico consente di utilizzare le porte in manuale, in funzione notturna, con il chiavistello, con l’apertura parziale, aumentare la velocità o la chiusura, a seconda delle proprie esigenze. Visita la gallery porte automatiche
  • Che cosa significa avere la porta automatica con il dispositivo antipanico a sfondamento integrale?
    Le Porte Automatiche corredate da un sistema antipanico a sfondamento integrale ha la possibilità di consentire un’apertura integrale delle ante sia mobili che fisse, quindi tenere aperto l’intero vano. Con una semplice pressione centrale sulle ante, si può azionare il sistema delle porte di emergenza che consente istantaneamente alle porte di aprirsi a battente a 90° con la raccolta laterale delle ante. Tale sistema è indicato per l’impiego di aperture adibite a vie di fuga e per le uscite di sicurezza o all’occorrenza consentire di utilizzare completamente il vano di apertura per il passaggio di mezzi ed oggetti ingombranti. Il motore della porta scorrevole è comandato da un microprocessore molto intelligente, di ultima generazione che gestisce il moto della porta garantendo il massimo delle prestazioni in qualsiasi condizione. La massima sicurezza per l’utente è un fattore essenziale nella progettazione ed il nostro programma di sicurezza offre soluzioni d’avanguardia: 1. Sistema elettronico d’inversione ad alta sensibilità’ ad attivazione bidirezionale in caso di impatto improvviso contro un ostacolo 2. Sistema di maggiorazione automatica d’apertura in caso di passaggio nei due sensi nella modalità di funzionamento di apertura ridotta 3. Apertura d’emergenza delle porte scorrevoli automatiche che non viene bloccata in caso d’interruzione di corrente 4. Massima flessibilità’ operativa grazie al centrale elettronica di comando intelligente 5. Massima silenziosità’ di funzionamento, grazie al modulo di scorrimento silenzioso 6. Sistema di autodiagnostica globale in grado di riconoscere disfunzioni della porta automatica, indicando all’occorrenza il guasto sulla centrale di controllo ed attiva in automatico un modo operativo di sicurezza 7. Massimo controllo della sicurezza tramite le fotocellule ad infrarossi 8. In caso di interruzione di corrente, la sicurezza è garantita dalla possibilità di apertura o chiusura meccanica mediante le batterie d’emergenza. Vai alle guide sulla sicurezza sezione porte automatiche
  • Quali dispositivi di sicurezza sono obbligatori per le porte automatiche?
    Le porte automatiche possiedono una centrale elettronica definita intelligente poiché riconosce immediatamente se un dispositivo di comando o di sicurezza non funziona correttamente, lasciando all’occorrenza le porte aperte, non lavorano quindi se vi è in corso un anomalia di funzionamento. Tale processo vale per qualunque ciclo di utilizzo. Come obbligatorie sono previste le fotocellule di sicurezza e le batterie di emergenza che fanno funzionare le porte in automatico anche se la corrente dovesse all’improvviso andare via. Un altro dispositivo elettronico molto intelligente è la funzione antischiacciamento che interviene in automatico se il microprocessore rileva la presenza di un ostacolo nel mezzo della zona di convogliamento. In tal caso, quando le porte si chiudono e rilevano l’ostacolo, le porte si riaprono e rallentano nel punto esatto ove è stato memorizzato l’ostacolo. Questa funzione antischiacciamento a scanso di ostacolo è applicata sia in fase di apertura che di chiusura. Vai alle guide sulla sicurezza sezione porte automatiche
  • Che cosa significa Safe Zone?
    FAAC pioniere nel mondo dell’automazione, ha lanciato nuove soluzioni in grado di rispondere in modo ancora più efficace alla sicurezza degli impianti di automazione oltre che alla riduzione dei consumi energetici con SAFE zone. Con FAAC tutto è più semplice, tutto diventa più sicuro. Con SAFE zone qualsiasi ingresso automatico può diventare sicuro, come richiesto dalla Direttiva Europea vigente. FAAC identifica come SAFE zone tutti i sistemi che tramite l’utilizzo di soluzioni tecniche e brevetti originali, permettono la realizzazione di nuovi ingressi perfettamente sicuri ed anche con la messa a norma di ingressi FAAC già installati. Vai alla categoria prodotti porte automatiche
  • Che cosa significa Greentech?
    Greentech è la scelta più naturale per risparmiare energia. FAAC adotta soluzioni innovative per il risparmio ed il rispetto dell’ambiente. Riduzione quantificabile soprattutto in stato di stand-by, dei costi energetici dell’ingresso automatico fino al -90% rispetto ad un equivalente sistema tradizionale di una porta automatica non di marca FAAC. Vai alla categoria prodotti porte automatiche
  • Che cosa significa Energy Saving?
    Tale termine è riferito principalmente alla Porta Automatica FAAC A140 AIR che rappresenta il primo innovativo automatismo che riduce i tempi di apertura e di chiusura, abbassa i consumi energetici per il riscaldamento ed il condizionamento garantendo un conseguente vantaggio economico oltre che ambientale. Questi vantaggi sono realmente calcolabili grazie al nuovo software Thermotool con cui è possibile vedere quanto si può risparmiare con A140 AIR rispetto ad una tradizionale porta automatica. Vai alla categoria prodotti porte automatiche
  • Posso fare installare anche il telecomando sulle porte automatiche?
    Certamente. Come per i cancelli automatici si può prevedere di aggiungere all’impianto, una radioricevente che comanda la porta automatica mediante l’utilizzo di un telecomando. La codifica viene eseguita attraverso una programmazione computerizzata che consente di effettuare combinazioni personalizzate, evitando quindi anche la produzione di eventuali copie pirata in casi in cui si verificassero furti e/o smarrimenti. In tal caso si disabilita dalla memoria elettronica della radioricevente, la posizione occupata dal vecchio codice e se ne programma una nuova. Per cui chi lo trovasse resterebbe molto deluso, in quanto il telecomando rappresenta lo strumento principale di sicurezza assoluta per il cliente finale. Vai nella sezione prenota il tuo telecomando
  • Quanti tipi di porte automatiche ci sono?
    • Porte automatiche pedonali • Porte automatiche scorrevoli • Porte automatiche a battente • Porte girevoli automatiche • Porte automatiche semicircolari • Porte automatiche rototraslanti • Porta automatica a doppio senso di apertura • Ingresso automatico a sfondamento con riarmo automatico delle ante   Vai alla categoria prodotti porte automatiche
  • Come posso aprire le porte in caso di interruzione di corrente?
    Tutti le porte automatiche sono dotate di un sistema di batterie che consente di far funzionare le porte in automatiche in caso di assenza di corrente all’impianto. L’unità di trazione possiede anche uno sblocco molto pratico ed efficiente, finalizzato ad aprire e chiudere manualmente le porte nel caso in cui anche le batterie fossero accidentalmente esaurite. Per ottimizzare le prestazioni nel caso in cui la zona fosse soggetta più spesso alle interruzioni di corrente è auspicabile prevedere un soccorritore – stabilizzatore di corrente. Tale dispositivo svolge due funzioni fondamentali. La prima alimenta l’impianto quando non vi è corrente, la seconda tiene la corrente stabilizzata per evitare brusche alterazioni di corrente che spesso ne possono bruciare i componenti elettronici in dotazione. Vai alla categoria prodotti porte automatiche
  • La manutenzione è sempre obbligatoria?
    La manutenzione ordinaria delle porte automatiche è un obbligo regolamentato da severe leggi finalizzate a proteggere tutti i clienti. Infatti, il Decreto Legislativo N.81 del 09-04-2008 “TESTO UNICO DELLA SICUREZZA art. 64 let. C/E incluse le successive modifiche del 03-08-2013” regola la manutenzione delle apparecchiature elettroniche e degli ambienti ad essi annessi, per l’esercizio a Norma dell’attività. Il settore delle chiusure automatiche compete alla “Direttiva Macchine” che obbliga il cliente alla progettazione sicura e documentata dell’apparecchiatura elettronica; alla redazione del libretto di istruzioni incluse le avvertenze; alla redazione delle informazioni specifiche per la manutenzione; alla Dichiarazione di Conformità, alle Direttive Applicabili ed alla marcatura CE. Di conseguenza le “Certificazioni di Legge” previste per l’impianto automatizzato hanno validità solo a condizione che l’impianto di apertura automatica sia sottoposto a manutenzione ordinaria periodica almeno due volte l’anno in ambienti pubblici o per aziende private come da DPR 547/55 Decreto Legislativo 626 art.32. Per cui il proprietario ha l’obbligo di far effettuare la manutenzione periodica dall’azienda esecutrice come da Decreto Legislativo 81 del 09.04.2008 e del 03-08-2013 TESTO UNICO SICUREZZA art. 64 let. C/E. Vai alla scheda contratto di assistenza e manutenzione
  • Per le piccole e medie imprese, per i ristoranti, per le sale di ricevimenti, la cui attività è finalizzata alla somministrazione di cibi e bevande, cosa prevede la legge?
    La Normativa di Sicurezza prevede che la cucina debba essere realizzata in modo tale da evitare il più possibile i percorsi di ritorno rispetto al flusso di trattamento e di sanificazione degli alimenti. In particolare deve essere evitata in ogni modo, la possibile contaminazione degli alimenti e dei piatti in uscita dovuta all’apertura manuale delle porte, anche in rapporto alla possibile coincidenza del flusso d’uscita dei piatti destinati ai percorsi sporchi, oltre al passaggio delle stoviglie utilizzate nelle sale da pranzo da destinare successivamente al lavaggio. L’adozione della soluzione con le Porte Automatiche in Vetro, assicura la “massima visibilità” sia per chi esce dalla cucina sia per chi vi entra, evitando possibili alterazioni dei cibi e la mole di incidenti da cucina a discapito dei clienti (di cui la cronaca ne è piena) oltre poi, aspetto non secondario, a semplificare e velocizzare il lavoro del personale di sala. Vai alla scheda contratto di assistenza e manutenzione
  • In quale sezione del sito devo andare per vedere porte automatiche già realizzate?
    Vai alla gallery porte automatiche
  • In che modo posso scegliere la soluzione più conveniente?
    Prima di installare un sistema di porte automatiche è fondamentale conoscere l’uso a cui destinarlo, se sarà soggetto ad una frequenza pedonale alta oppure no. Altro aspetto fondamentale è conoscere la larghezza del vano, la coibentazione, il budget disponibile e verificare le modalità di installazione per cui saranno destinate. La scelta dell’impianto di automazione deve essere la più adatta alle tue esigenze, ciò significa innanzitutto dargli dall’inizio una vita più lunga senza problemi di assistenza postuma. L’azienda mette a tua disposizione i propri consulenti oltre che uno staff tecnico, progettisti ed architetti per valutare insieme la soluzione più adatta ed anche vantaggiosa sotto l’aspetto economico. Contatta il nostro numero verde 800-960-169 e concorda un appuntamento con il primo consulente disponibile
  • A chi mi devo rivolgere in caso di eventuali problemi?
    Tieni conto che qualunque manomissione effettuata da personale non autorizzato può far decadere i tuoi diritti di garanzia. Se riscontri un malfunzionamento contatta direttamente il nostro numero verde 800- 960-169. Tecnici esperti ed affidabili sono pronti ad intervenire per risolvere qualsiasi problema di funzionamento. Vai alla sezione 5 anni di garanzia il valore del tuo risparmio
  • MADA D&D vende anche il portone sezionale o solo l’impianto di automazione?
    La MADA D&D vende sia il portone sezionale che dell’impianto di automazione. L’azienda dispone della più ampia gamma al mondo di portoni sezionali ad uso sia residenziale che industriale. Particolarmente incline alle rifiniture, l’azienda provvede al montaggio di un particolare dispositivo di comando supplementare che ti consente di far accedere le luci all’interno del tuo garage automaticamente. Così al tuo arrivo non sei al buio per i primi 3 minuti e se vorrai trattenerti oltre, basterà commutare il commutatore di accensione. L’impianto di automazione viene di prassi completato con la posa anche di un quadro elettrico che dispone non solo di un differenziale magnetotermico di protezione, come da Normativa di Sicurezza, ma include anche l’implementazione di due prese di corrente bipolari molto pratiche e funzionali. Così se laverai l’auto potrai utilizzare l’aspirapolvere o altri dispositivi d’uso, nelle tue immediate vicinanze, senza dover inserire le prolunghe elettriche. Tutto nel pieno del comfort. Scopri la tua soluzione nella categoria prodotti
  • È possibile automatizzare tutti i tipi di portoni per garage?
    E’ possibile automatizzare qualunque portone per garage. I portoni per garage possono essere sia portoni sezionali che basculanti. I primi scorrono sotto la profondità del soffitto, le seconde reclinano all’esterno. In genere sono molto utilizzate le serrande perché sono molto più economiche rispetto ai portoni, sebbene soffrono di problemi legati all’usura derivante da diversi fattori. Non a caso la rumorosità, la rottura improvvisa delle molle di bilanciamento, la vernice esterna che si scompone nel tempo ed il rullo porta molle che occupa una parte considerevole dell’altezza del vano necessario ad ospitare l’asse, rappresentano i principali deterrenti d’uso. Un portone sezionale invece è estremamente silenzioso, sicuro, funzionale, dura nel tempo, non ha bisogno di essere verniciato, esteticamente molto bello e cosa più importante necessità solo di un paio di manutenzioni l’anno. E’ possibile automatizzare qualunque portone per garage. I portoni per garage possono essere sia portoni sezionali che basculanti. I primi scorrono sotto la profondità del soffitto, le seconde reclinano all’esterno. In genere sono molto utilizzate le serrande perché sono molto più economiche rispetto ai portoni, sebbene soffrono di problemi legati all’usura derivante da diversi fattori. Non a caso la rumorosità, la rottura improvvisa delle molle di bilanciamento, la vernice esterna che si scompone nel tempo ed il rullo porta molle che occupa una parte considerevole dell’altezza del vano necessario ad ospitare l’asse, rappresentano i principali deterrenti d’uso. Un portone sezionale invece è estremamente silenzioso, sicuro, funzionale, dura nel tempo, non ha bisogno di essere verniciato, esteticamente molto bello e cosa più importante necessità solo di un paio di manutenzioni l’anno. Scopri la tua soluzione nella categoria prodotti
  • Se il mio garage non è sulla strada il lampeggiatore è obbligatorio?
    Il lampeggiatore segnala lo stato di movimento dell’impianto di automazione, necessario proprio a ridurre il rischio di manovra ed a prevenire un eventuale impatto durante l’apertura – chiusura del portone sezionale. L’azienda consiglia di installarne anche due per aumentarne ancora di più la visibilità e la sicurezza per chi vi gravita intorno, riducendo ulteriormente il rischio di contatto con un eventuale ostacolo. Vai alle guide sulla sicurezza sezione porte sezionali. Vai alle guide sulla sicurezza sezione porte sezionali
  • Quali soluzioni sono disponibili per far automatizzare il portone del mio garage?
    Il portone del tuo garage può essere automatizzato in tre modi, a seconda che sia un sezionale, una basculante oppure una serranda. Nel caso di portoni sezionali l’automazione deve essere installata al soffitto, nel caso di un portone basculante l’automazione può essere installata sia a soffitto che applicata direttamente dietro la basculante, mentre se trattasi di una serranda la motorizzazione deve essere applicata sull’asse porta molle. Scopri la tua soluzione nella categoria prodotti
  • Quali sono i dispositivi di sicurezza che devo fare installare?
    I dispositivi di sicurezza minimi sono le fotocellule ad infrarossi che impediscono la chiusura del portone quando è in discesa e la costa pneumatica antischiacciamento che inverte immediatamente alla sola pressione il moto, obbligando il portone a ritornare su a scanso di ostacolo. E’ consigliabile in zone buie avere due lampeggiatori di segnalazione anziché uno, in modo tale da segnalare meglio il movimento in corso dell’automazione per la sicurezza delle persone che vi gravitano intorno. Vai alle guide sulla sicurezza sezione porte sezionali
  • La targhetta identificativa del portone del garage è obbligatoria?
    La targhetta identificativa del prodotto è obbligatoria e lo prevede in modo indiscutibile la Direttiva Macchine DPR 2006/42. La marcatura CE sta ad indicare che il prodotto risponde ai requisiti riconosciuti dall’UE in materia di salute, sicurezza e protezione ambientale. Prima di essere immesso nel mercato il prodotto è soggetto ad un’attenta valutazione specifica. La marcatura CE garantisce il libero movimento all’interno del mercato europeo e rappresenta una caratteristica fondamentale che indichi la conformità del prodotto alla legislazione in vigore. Con essa, i costruttori dichiarano sotto la propria responsabilità che i loro prodotti sono conformi a tutte le normative legali in Europa. E’ responsabilità del costruttore assicurarsi che i propri prodotti rispettino le normative vigenti. Vai alle guide sulla sicurezza sezione porte sezionali
  • È obbligatorio consegnare una copia della Dichiarazione di Conformità del portone automatico al proprietario?
    La Dichiarazione di conformità va conservata nel fascicolo tecnico ed una copia per prassi deve essere rilasciata al proprietario. Tale documento attesta che l’impianto è stato eseguito a Regola d’Arte e rappresenta uno storico del lavoro eseguito e collaudato a suo tempo in presenza del proprietario. Vai alle guide sulla sicurezza sezione porte sezionali
  • Come posso aprire il portone sezionale del garage in caso di interruzione di corrente?
    Tutti i portoni sezionali sono dotati di un sistema di sblocco molto pratico ed efficiente, finalizzato ad aprire e chiudere manualmente il portone nel caso in cui non vi sia all’improvviso più corrente all’impianto. Nella gamma a 24V sono allestite le batterie di emergenza che permettono di utilizzare in automatico il portone senza l’alimentazione elettrica. Per ottimizzare le prestazioni nel caso in cui la zona di abitazione sia soggetta più spesso alle interruzioni di corrente è auspicabile prevedere un soccorritore – stabilizzatore di corrente. Tale dispositivo svolge due funzioni fondamentali. La prima alimenta l’impianto quando non vi è corrente, la seconda tiene la corrente stabilizzata per evitare brusche alterazioni di corrente che spesso ne possono bruciare i componenti elettronici in dotazione. Vai alle guide sulla sicurezza sezione porte sezionali
  • Chi è il responsabile del malfunzionamento dell’impianto di automazione?
    Il contratto che regola il rapporto tra l’azienda installatrice ed il cliente, prevede a favore di quest’ultimo, un’azione per difformità e vizi dell’opera che si prescrive in due anni dal giorno della consegna dell’opera stessa (art. 1667 codice civile). Per quanto riguarda la responsabilità per danni dovuti a prodotti difettosi, l’azienda costruttrice del prodotto è responsabile per un periodo di 10 anni a decorrere dalla data di installazione dell’impianto di automazione per il portone del garage. Vai alle guide sulla sicurezza sezione porte sezionali
  • Quali sono i vantaggi di un portone automatico per garage?
    Con un portone automatico si acquisiscono molti vantaggi. La comodità prima tra tutte. A cosa pensi quando piove o fa molto freddo..?? Cosa c’è di più scomodo se non scendere dalla macchina, aprire a mano il portone e poi richiuderlo …?? Oppure quando sei a casa, in un punto molto distante dall’ingresso, qualcuno ti citofona e gli devi fare accomodare la sua auto all’interno..?? Oppure quando sei stanco, dopo una lunga giornata di lavoro ed il tuo pensiero ti conduce alle modalità di apertura e di chiusura del portone ? La sicurezza, la comodità, la praticità, il vivere meglio, il non doverti occupare di nulla, se non schiacciare un semplice tasto per proteggere il tuo mondo, oggi è più che mai indispensabile alla tua qualità di vita. Vai alla sezione residenziale, oppure scopri la tua soluzione in prodotti
  • La manutenzione è sempre obbligatoria?
    La manutenzione del tuo impianto è molto importante, soprattutto per la sicurezza di coloro che lo utilizzano e di chi vi gravita intorno. La manutenzione è a carico del proprietario che diviene responsabile di incidenti e danni per cattiva o mancata manutenzione. Per questo motivo nel tempo vanno tenuti sotto controllo i dispositivi di sicurezza, lo stato di usura delle parti in movimento, come non vanno trascurati i dispositivi di sblocco, i dispositivi di comando e le manutenzioni periodiche. L’azienda raccomanda che sia sempre predisposto ed attuato un piano regolare di manutenzione, sia per migliorare le prestazioni dell’impianto nel tempo abbattendo i problemi legati all’usura, sia per garantire quanto previsto per legge dalla Direttiva Macchine DPR 2006/42 CE. Vai alla scheda contratto di assistenza e manutenzione
  • A chi mi devo rivolgere in caso di eventuali problemi?
    Tieni conto che qualunque manomissione effettuata da personale non autorizzato può far decadere i tuoi diritti di garanzia. Se riscontri un malfunzionamento contatta direttamente il nostro numero verde 800- 960-169. Tecnici esperti ed affidabili sono pronti ad intervenire per risolvere qualsiasi problema di funzionamento. Vai alla sezione 3 anni di garanzia il valore del tuo risparmio
  • Qual è la differenza tra Videosorveglianza Analogica e Videosorveglianza IP?
    Il termine “Video sorveglianza IP” indica un sistema di sicurezza che permette la visualizzazione, la registrazione, l’acquisizione di immagini o segnali audio attraverso una comune rete LAN aziendale o tramite una rete basata su protocollo IP come Internet. In un sistema di videosorveglianza su IP la comune telecamera analogica è sostituita da una telecamera di rete, in grado di connettersi alla LAN e di essere raggiunta attraverso un indirizzo IP. Come un PC questa diventa un sistema a sé stante, che dotato di una propria “intelligenza” è in grado di acquisire immagini attraverso un sensore, elaborarle, inviarle ad un server addetto alla registrazione e in caso di allarmi, di spedire la stessa immagine via mail ad una persona addetta alla sorveglianza, anche a migliaia di chilometri di distanza. A differenza dei sistemi analogici tradizionali la registrazione delle immagini e dell’audio può avvenire sia attraverso un software installato in un comune PC/server che attraverso un sistema analogo al DVR, chiamato NVR (Network Video Recorder) il cui compito è quello di acquisire i flussi video Ip se abilitato gestire le immagini per generare azioni in corrispondenza di un particolare evento. Vai alla sezione Videosorveglianza IP Professionale, oppure contatta un nostro consulente al numero 081.18557166
  • Perché IP?
    Come per le macchine fotografiche, anche il monitoraggio video sta vivendo il passaggio al digitale con un trend di crescita esponenziale. Le tecnologie digitali sono molto più affidabili di quelle analogiche e la qualità delle immagini resta invariata. Le immagini digitali possono essere copiate, montate, trasmesse e archiviate senza che si verifichi alcuna perdita di qualità. Oltre ad offrire una qualità video superiore, le tecniche di tipo digitale garantiscono anche maggiore flessibilità e migliori possibilità per l’elaborazione, il controllo e la distribuzione di segnali video, grazie all’integrazione con la rete IP che permette di sfruttare questi vantaggi, senza alcun costo aggiuntivo per l’infrastruttura di rete. Vai alla sezione Videosorveglianza IP Professionale, oppure contatta un nostro consulente al numero 081.18557166
  • Le Telecamere funzionano anche di notte?
    Sì, alcuni modelli di telecamere sono dotati di sistema di illuminazione notturna a Led. Tali Led permettono la visione notturna delle aree inquadrate. Tramite l’installazione di telecamere IP è possibile visualizzare da remoto la nostra abitazione o la nostra azienda mediante PC oppure telefonini di nuova generazione. E’ inoltre possibile visualizzare anche le registrazioni se il videoregistratore è stato installato. Vai alla sezione Videosorveglianza IP Professionale, oppure contatta un nostro consulente al numero verde 081.18557166  
  • Perché comprare un sistema di Videosorveglianza IP invece di un sistema Analogico?
    • Un sistema IP è intelligente in tutte le sue componenti: telecamere, server e software. E’ possibile in tempo reale ricevere segnalazioni dagli apparati, intervenire sugli stessi da remoto, dotarli di applicative intelligenti e tanto altro; • Scalabilità del sistema da una ad un numero illimitato di telecamere senza dover sostituire componenti hardware e quindi riducendo costi e tempi di intervento; • Alta Definizione (HD), audio a due vie, controllo dello zoom, pan, tilt ed altre impostazioni quali risoluzione & compressione, le immagini possono essere modificate in locale e da remoto. Wireless ed altre funzioni dell’IP permettono a volte di ridurre il numero di telecamere, i costi d’installazione, cablaggio da installare e risultano un investimento tecnologicamente sicuro; • Architettura integrata o distribuita che si adatta alle esigenze più disparate del cliente, che può gestire da una telecamera locale ad un numero illimitato di telecamere sparse sul territorio tramite computer o cellulare con una semplice connessione ad Internet; • Ogni telecamera può essere programmata in maniera differente per quanto riguarda le registrazioni o gli allarmi o la visualizzazione in tempo reale, oltre che l’occupazione di banda destinatale; • Possibilità di integrare applicativi intelligent quali Motion Detection, Object Moving, People Count, License Plate Recognition ed altri; • Opportunità di gestione remota da parte di un operatore sia per il supporto del sistema, sia per la programmazione che per l’archiviazione delle registrazioni; • Possono essere configurati sistemi (server o comunque sistemi di rete) di back up e di fail over in maniera da non perdere nessuna registrazione, oltre a poterli installare in Wan o in LAN; • Tecnologie innovative ed in sviluppo che garantiscono al meglio l’investimento anche per la possibilità di upgrade futuri; • Gestione Avanzate di Alarm Management: è possible infatti dare delle priorità alle varie tipologie di allarmi, indicare le persone responsabili, assegnare uno stato all’allarme (esempio: aperto ,chiuso ,rifiutato ,in processo ecc..) dall’apertura alla chiusura dello stesso. Vai alla sezione Videosorveglianza IP Professionale, oppure contatta un nostro consulente al numero 081.18557166
  • A cosa serve la funzione motion detector del DVR?
    I Digital Video Recorder non sono dei semplici videoregistratori come quelli VHS che nei primi anni novanta erano presenti in tutte le nostre case, si tratta di apparecchi molto moderni ed avanzati che filtrano le immagini provenienti dalle nostre telecamere e poi le archiviano nel loro Hard Disk interno. Vai alla sezione Videosorveglianza IP Professionale, oppure contatta un nostro consulente al numero 081.18557166
  • Qual è la distanza di ripresa delle telecamere videosorveglianza?
    Le telecamere di videosorveglianza sono elettroniche ma togliendo questo particolare possiamo senza dubbio accumunarle all’occhio umano, anche queste ultime infatti hanno un loro limite e possiedono una loro capacità di visione oltre la quale non possono andare oppure vanno ma subendo delle limitazioni a ciò che può riferirsi il dettaglio. Ma con un sistema IP Digitale anche i dettagli possono essere ripresi in modo impressionante. Vai alla sezione Videosorveglianza IP Professionale, oppure contatta un nostro consulente al numero 081.18557166
  • Come funziona la registrazione e l’invio allarmi nei DVR?
    Ciascun DVR ha le sue funzioni e le sue caratteristiche ma ciò non toglie che tutti abbiano delle funzioni che possiamo chiamare di base. Naturalmente, non vi è neppure motivo di sottolinearlo, tutti devono registrare i video ed archiviarli nell’Hard Disk in modo che poi l’utente possa prenderne visione sul pc. Vai alla sezione Videosorveglianza IP Professionale, oppure contatta un nostro consulente al numero 081.18557166
  • Videoregistratori digitali multivisione: cosa sono e come funzionano?
    I videoregistratori digitali multivisione o anche digital video recorder, sono un po’ il cuore di ogni impianto di sorveglianza a circuito chiuso. Se infatti le telecamere sono l’occhio vigile che cattura i movimenti sospetti e quant’altro sono proprio questi apparecchi che ci permettono non solo di vedere ma anche di registrare e fare copie da destinare ai commissariati di pubblica sicurezza.  Vai alla sezione Videosorveglianza IP Professionale, oppure contatta un nostro consulente al numero 081.18557166
  • Gli impianti senza fili hanno la stessa efficacia e sicurezza dei sistemi tradizionali?
    Tra le domande che ci si fa più spesso quando si decide di installare un sistema di videosorveglianza per il proprio negozio o la propria abitazione, ci sono quelle che riguardano la tipologia di sistema da installare. Ve ne sono infatti di molti tipi diversi e si differenziano principalmente per i costi e le prestazioni. Di sicuro un impianto IP professionale è l’investimento più sicuro che oggi si possa fare nel settore della sicurezza. I sistemi senza fili possono rivelarsi delle valide alternative (o complementi) laddove i sistemi tradizionali incontrino degli ostacoli all’installazione (per esempio per vincoli architettonici). indicati per la sorveglianza di aree di piccole e medie dimensioni quali abitazioni civili, negozi, uffici. La loro affidabilità è senza dubbio pari a quella di un sistema tradizionale se si rispetta la manutenzione ordinaria dell’impianto. E’ importante infatti controllare periodicamente lo stato di carica delle batterie dell’impianto per mantenere il sistema efficiente. A questo fine è importante affidarsi alla competenza ed alla supervisione di un centro di teleassistenza che controlla 24 ore su 24 il funzionamento del sistema. La Video Sorveglianza crede nell’assistenza continua come sinonimo di serietà e professionalità, perché i ladri non vanno mai in vacanza. Vai alla sezione Videosorveglianza IP Professionale, oppure contatta un nostro consulente al numero 081.18557166
  • Che cos’è una Telecamera IP?
    Una telecamera IP è una telecamera che all’interno incorpora un video server. Questo tipo di integrazione permette alla telecamera di dialogare direttamente con la rete ethernet locale oppure in remoto tramite internet. L’utilizzo del protocollo di comunicazione TCP/IP nei sistemi di sorveglianza, nell’era di internet è sicuramente una mossa vincente perché la crescente copertura del servizio internet ed il crescente numero di dispositivi che si possono collegare (telefonini, notebook, net book, ecc) consente l’accesso remoto alle telecamere ip virtualmente in qualsiasi momento permettendo, in caso di necessità di effettuare controlli sulle aree protette da tale sistema.  Vai alla sezione Videosorveglianza IP Professionale, oppure contatta un nostro consulente al numero 081.18557166
  • La mia casa non è predisposta per un impianto d’allarme e di videosorveglianza. Posso installarli evitando fastidiosi interventi alle strutture?
    Preservare l’integrità delle strutture è un’esigenza sempre più diffusa. Oggi esistono molti sistemi senza fili (wireless) che permettono di ovviare i lavori di muratura: l’utilizzo di queste tecnologie è sempre più diffuso grazie all’alta affidabilità raggiunta dai prodotti e alla facilità d’installazione. E’ bene ricordare però, a prescindere dalla tecnologia utilizzata, l’importanza di rivolgersi alla competenza di professionisti per la progettazione iniziale di qualsiasi impianto. La Video Sorveglianza si affida a sistemi multifrequenza omologati secondo le più recenti normative in tema di sicurezza che garantiscono elevati standard di affidabilità. Vai alla sezione Videosorveglianza IP Professionale, oppure contatta un nostro consulente al numero 081.18557166
× Hai bisogno Di assistenza?